Raccomandato, 2020

Scelta Del Redattore

Ernia del disco: rigenerazione naturale anziché chirurgia

La croce con la croce è di circa 15 milioni di cittadini tedeschi al termine. Secondo la German Pain League, i disturbi alla schiena sono tra le malattie più comuni in Germania.

Foto: Pro Health Institute

La malattia diffusa non solo porta a costi di trattamento elevati, ma anche a costi economici elevati a causa della perdita di tempo. Spesso la diagnosi del dolore malato è erniata, perché i respingenti della colonna vertebrale soffrono di più a causa del nostro stile di vita attuale. "La lunga seduta, la mancanza di esercizio fisico e lo stress unilaterale hanno un effetto negativo sui muscoli, che svolgono un'importante funzione di corsetto per la colonna vertebrale", afferma Günther Grasse. Il fisioterapista, il chiropratico e il professionista non medico certificati sono a capo del Pro Health Institute (phi) di Monaco, un centro di salute olistico con competenze speciali nella prevenzione e nel trattamento dei problemi alla schiena. Ogni secondo paziente visita il suo istituto per il dolore alla schiena. "Le misure finora comuni per le ernie del disco si basano principalmente su terapie farmacologiche e iniezioni e di solito non hanno alcun effetto duraturo, poiché non iniziano con la causa del dolore, vale a dire il pizzicamento dei nervi da parte del disco difettoso", spiega Günther Grasse. "Se non vi è alcun segno di successo, il passaggio successivo è di solito una procedura chirurgica, ma anche il risultato chirurgico non è sempre soddisfacente", afferma l'esperto.

Al giorno d'oggi ci sono metodi di trattamento alternativi che delicatamente e senza effetti collaterali liberi da dolore e persino evitare un intervento chirurgico. Questi includono la cosiddetta decompressione spinale. Questo processo puramente meccanico è stato utilizzato con successo negli Stati Uniti per diversi anni. Günther Grasse lo presentò nel 2008 come il primo in Germania. L'obiettivo della decompressione spinale è quello di attivare i poteri di auto-guarigione del corpo alleviando i dischi intervertebrali - senza bisturi.

I dischi danneggiati possono rigenerarsi molto male a causa della compressione costante (carico di pressione). Il tessuto non è sufficientemente rifornito di liquidi e sostanze nutritive. La parola magica è di conseguenza decompressione. Il trattamento viene eseguito su un tavolo speciale, il tavolo SpineMED. Qui, il paziente è fissato in modo tale che gli spazi intervertebrali interessati siano allungati delicatamente e indolore usando il controllo del computer. Attraverso la riduzione della pressione ottenuta, il tessuto stressato recupera ed è di nuovo pronto per l'assunzione di nutrienti e liquidi. Il disco intervertebrale può riposizionarsi, il nervo viene rilasciato. Dopo solo dodici o venti trattamenti della durata di trenta minuti, si verifica un chiaro e completo sollievo dal dolore. "L'esperienza dimostra che, grazie alla decompressione spinale, in molti casi si può rinunciare alla chirurgia", afferma Günther Grasse. Dopo aver completato la terapia sul tavolo SpineMED, si consiglia l'allenamento della forza individuale per la schiena, in modo che il successo rimanga e si prevengano ulteriori danni.

Top